AGOSTO





Augusto, come narra Ovidio:
« Celebrava i giorni di festa e le solennità riccamente e qualche volta con semplici divertimenti. Per i Saturnali e quando gli faceva piacere, distribuiva doni, vestiti, oro e argento, ora monete di ogni conio, anche antiche dell’epoca dei re o straniere, a volte nulla oltre a delle coperte o spugne, mestoli, pinze e altri oggetti di questo genere accompagnati da cartelli oscuri e ambigui. Era solito, durante i banchetti, vendere una serie di oggetti di valore diverso e di pitture su tavole voltati per alimentare o frustrare nell'incertezza del caso la speranza dei compratori; e così presso ogni letto si organizzava un’offerta all'incanto e ciascuno dichiarava i suoi guadagni e le sue perdite. »

Si sa che Augusto era molto magnanimo col popolo, un po' meno con i patrizi a cui non era stato favorevole nemmeno il suo padre adottante Cesare. I cartelli oscuri a cui allude Ovidio, erano l'illustrazione del bene in vendita, che poteva essere di grande valore oppure un falso, il cartello svelava ambiguamente la verità, insomma era un rebus da decifrare. Si sa che Augusto aveva il vizio del gioco, e anche questo era un modo per scommettere un po'..


- I agosto - TRMPLUM SPEI -

Festa celebrata il primo agosto in onore della Dea Spes, personificazione della Speranza. Anniversario della dedicatio del tempio di Spes.

MARTE
- I agosto - TEMPLUM MARTIS ULTORIS in Foro Augusti

Anniversario della dedicatio del tempio di Mars Ultor nel Forum Augusti. Il tempio venne costruito dall'imperatore Augustus dopo la battaglia di Philippi.

- 5 agosto - TEMPLUM SALUTIS

Festa celebrata in onore di Salus, Dea della salute e della prosperità sia privata che pubblica. Anniversario della dedicatio del tempio della dea. Nel 311 a.c. C. Iunius Bubulcus aveva promesso alla dea Salus un tempio da costruire sul colle Quirinalis.

- 9 agosto - TEMPLUM SOLIS INDIGETIS (Augustus)
Festa celebrata il 9 agosto in onore del Dio Sol Indiges. Anniversario della dedicatio del tempio del Dio Sole Indigete.

- 12 agosto - TEMPLUM HERCULIS INVICTI -

Festa celebrata in onore di Hercules Invictus. Si ricordava la dedicatio del tempio.

- 12 agosto - TEMPLUM HERMETIS INVICTI -

Festa celebrata in onore del Dio Hermes Invictus, Ermete che dona la vittoria. Si ricordava la dedicatio del tempio.

- 12 agosto - TEMPLUM HONORIS, VIRTUTIS, FELICITATIS -

Festa celebrata il  in onore di Honor, Virtus et Felicitas, divinità personificazioni di Onore, Virtù e Felicità. Si ricordava la dedicatio del tempio.

- 12 agosto - TEMPLUM VENERIS VICTRICIS

Festa celebrata in onore di Venus Victrix, Venere Vittoriosa. Si ricordava la dedicatio del tempio.

- 12 agosto - LYCHNAPSIA

Festa celebrata in onore della Dea egiziana Isis, ossia Iside.

- 13 agosto - TEMPLUM DIANAE -

Festa celebrata in onore della Dea Diana. Si ricordava la dedicatio del tempio. I Romani, schiavi compresi, salivano sull'Aventino per compiere sacrifici alla Dea, mescolati senza distinzione di ceto sociale, perchè Diana era Madre di tutti.

DIANA
Una delle feste più importanti dell'anno. In epoca più antica vi era associata Proserpina, come Dea luna nera, quando "Diana si nascondeva nelle grotte", e dentro al tempio si celava un'ara sotterrata che apriva il mondo dei Manes, cioè degli Dei ctonii.

Il 13 agosto Diana veniva festeggiata anche a Lavinio dal Collegio Salutare di Diana e Antinoo. Il suo culto era molto antico, risalente al culto di Ariccia, e il suo paredro era Vertumno, Dio della vegetazione, che moriva e rinasceva ogni anno. Diana fu molto venerata anche dopo l'avvento del cristianesimo, per quasi mille anni d.c., soprattutto nelle campagne.

Nella notte tra il 5 e il 6 gennaio volava sopra le campagne col suo corteo di ninfe benedicendo la semina per il buon raccolto. Per questo la Chiesa la considerò malefica, ma poichè il culto persisteva ne accettò una modifica. Così Diana divenne vecchia e brutta ma benefica, mescolandosi con la Dea Strinna, che nel solstizio d'inverno portava doni ai bambini romani. Le prerogative di Diana passarono così alla Vergine Maria, vergine come Diana, ma mentre la Dea porta il corno lunare sui capelli, la Madonna lo calpesta ponendolo sotto ai piedi insieme al simbolo dell'antico serpente, il simbolo della Grande Madre, anch'esso demonizzato. Il dogma secondo cui la Vergine sarebbe stata assunta in cielo a Ferragosto riguarda un'altra Dea Luna, Semele, che veniva celebrata e assimilata a Diana. Anche lei fu assunta in cielo con anima e corpo da Giove, e per questo fu detta l'Assumpta. Il dogma dell'Assunta fu dichiarato da papa Pio XII nel 1950.

- 13 agosto - TEMPLUM FLORAE -

Festa celebrata il in onore della Dea Flora. Si ricordava la dedicatio del tempio.

- 13 agosto - TEMPLUM HERCULIS VICTORIS -

Festa celebrata in onore di Hercules Victor, Ercole Vincitore. Si ricordava la dedicatio del tempio.
Templum Castoris et Pollucis

- 13 agosto - TEMPLUM DIOSCURIS -

Festa celebrata in onore degli Dei Castor et Pollux. Si ricordava la dedicatio del tempio.

- 13 agosto - VERTUMNALIA -

Festa celebrata il 13 agosto in onore di Vertumnus, Dio di origine etrusca che presiedeva all'alternanza delle stagioni. Aveva un tempio sul colle Aventinus e una statua nel Vicus Tuscus.

- 13 agosto - AEDES VORTUMNI - in Aventino

Festa celebrata per il tempio dedicato al Dio Vortumnus, una delle divinità della città etrusca di Volsinii sita presso il lago di Bolsena.

- 15 agosto - FERIAE AUGUSTI (Ferragosto) - 

Venne istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.c., in aggiunta alle preesistenti festività dello stesso mese, come i Vinalia rustica o i Consualia, per celebrare i raccolti e la fine dei principali lavori agricoli. L'antico Ferragosto, oltre a ricordare l'imperatore che investiva effettivamente larghi mezzi dello stato a vantaggio dei contadini, aveva lo scopo di fornire un adeguato periodo di riposo, anche detto Augustali, dopo le grandi fatiche di schiavi e contadini nel periodo precedente.

AUGUSTO
Inoltre si instaurò il costume secondo cui schiavi e salariati porgevano gli auguri ai padroni ricevendone in cambio una mancia. Con quei soldini questi potevano recarsi in città  e godersi un po' di vita, come andare alle terme, anche se al tempo di Augusto esse erano totalmente gratuite.

Augusto dichiarò festa in realtà, cioè sacro, dall'1 al 31 agosto. Questa ricorrenza si festeggia solo in Italia, e ricorre il 15 agosto, ma pochi sanno che la ricorrenza è pagana. Nel 18 a.C. Ottaviano, fu proclamato Augusto, quindi venerabile e sacro, dal Senato. L'imperatore dichiarò allora tutto il mese di agosto Feriae Augusti, le vacanze di Augusto, che includeva molte feste religiose e la più importante era la festa di Diana, che cadeva il 13.

Il termine Augusto derivava dalla denominazione della Grande Madre siriana Atargatis, detta "l'Augusta", cioè la più grande, la Dea con la corona turrita che si ergeva in piedi poggiando su due leoni.

Durante i festeggiamenti, in tutto l'impero si organizzavano corse di cavalli e gli animali da tiro, buoi, asini e muli, venivano dispensati dal lavoro e agghindati con fiori, affichè anche gli animali potessero riposarsi. Da tali antiche tradizioni deriva il "Palio dell'Assunta" che si svolge a Siena il 16 agosto. La stessa denominazione "Palio" deriva dal "pallium", il drappo di stoffa pregiata che era il consueto premio per i vincitori delle corse di cavalli nell'Antica Roma.

- 17 agosto - PORTUNALIA

Festa celebrata in onore di Portunus, Dio dei porti e delle porte, corrispondente al greco Palèmone. Si gettavano nel fuoco le chiavi. Il flamen portunalis aveva il compito di ungere le armi del Dio Quirinus.
" Portunalia dicta a Portuno, cui eo die aedes in portu Tiberino facta et feriae institutae".
M. Terentius Varro (116 a.c. - 27 a.c.), De lingua latina, liber VI - III

19 agosto - VINALIA RUSTICA - detta pure Vianalia Altera.

Venivano celebrate unicamente dagli abitanti del Lazio. In quell'occasione il flamen dialis sacrificava un agnello a Giove e a Venere per propiziare l'abbondanza della vendemmia.
Era la festa del vino celebrata il 19 e 20 agosto in onore di Iuppiter, Giove. Si richiedeva la protezione dell'uva in via di maturazione. Il rito era celebrato dal flamen dialis, il sacerdote di Giove.

- 19 agosto - TEMPLUM VENERIS -

Festa celebrata il  in onore di Venus. Si ricordava la dedicatio del tempio.

- 21 agosto - CONSUALIA -

Festa celebrata il 21 agosto e il 15 dicembre in onore del dio Consus, divinità preposta alle deliberazioni segrete, secondo Livio si identificava con il Neptunus Equestris. Venivano effettuate corse con i cavalli. La celebrazione risaliva ai tempi di Romolo. Fu durante i Consualia che avvenne il ratto delle Sabine.

- 23 agosto - VOLCANALIA -

Festa celebrata il  in onore di Vulcanus, Dio del fuoco.

- 24 agosto - MUNDUS PATET -

Festa celebrata il 24 agosto, il 5 ottobre e l'8 novembre. Nel comitium esisteva una apertura che metteva in comunicazione con il mondo infernale. L'apertura era chiusa dal lapis manalis. Tre volte l'anno il lapis veniva sollevato.

- 25 agosto - OPICONSIVIA -

Festa in onore della Dea OpisConsiva, antica Dea romana protettrice dell'abbondanza e dell'agricoltura. Aveva un tempietto nella Regia del Forum, dove potevano entrare solo le vestali. La festa era in relazione con il raccolto. Consiva significa "che semina, che pianta". Anche Ianus era detto Consivus.

- 27 agosto - VOLTURNALIA -

Festa celebrata il  in onore di Vulturnus, Dio fluviale della Campania, padre della ninfa Iuturna.

- 28 agosto -TEMPLUN SOLIS ET LUNAE -  in Circo Maximo

La dedicatio del Templum Solis et Lunae.

- 28 agosto - TEMPLUM VICTORIAE -

Festa della Dea Vittoria, la Nike greca.




ARTICOLI CORRELATI



1 comment:

Filomena Barata on 10 agosto 2016 13:59 ha detto...

Cumprimento este trabalho.

Posta un commento

Post più popolari

 

Copyright 2009 All Rights Reserved RomanoImpero