ARX AUGURACULUM



AUGURE IN RITUALE

L'auguraculum o "recinto augurale", era un tempio, anche se senza tetto, orientato secondo i punti cardinali e consacrato ritualmente, da cui i sacerdoti, ivi posizionati, fornivano i pubblici auguri osservando il volo degli uccelli a partire dalla porzione di cielo da cui provenivano e alla loro direzione. 
Il sacerdote adibito si posizionava al centro del tempio, in una tenda o in una capanna, e osservava le porzioni di cielo da cui provenivano gli uccelli, demarcate dai cippi astronomici posizionati lungo il perimetro del tempio, aspettando pazientemente che questi si presentassero.

POSIZIONE DELL'ARX AUGURACULUM NEL CAMPIDOGLIO
(cliccare per ingrandibile)
Da questa osservazione il sacerdote poteva predire il futuro e o conoscere la volontà degli Dei.
A Roma esistevano tre auguracula permanenti, nella cittadella costruita sull'Arx Capitolina, sul Palatino e sul Quirinale. Auguracula erano comunque eretti anche in altre città e negli accampamenti militari.
Arx Capitolina. o Arce Capitolina, è uno dei due piccoli picchi che formano il Campidoglio, dove vennero eretti alcuni degli edifici più importanti di Roma. Qui era l'auguraculum, il luogo dove i Auguri, gli indovini, osservavano i voli degli uccelli.

I Romani ereditarono queste credenze dagli Etruschi.
Secondo Livio l'auguraculum era un luogo situato sull'Arx, o Arce (Cic., Off 3,66;. Livio 1.18.6;. Val Max 8.2.1,.. Varrone, Ling 7.8) da cui gli auguri osservavano il volo degli uccelli. Secondo Varrone l'auguraculum era uno spazio consacrato segnato sul terreno (Ling. 7.8: Templum in terris) e le prove comparative da Cosa (Basilicata) e Bantia (Toscana), si pensa che l'auguraculum era un'area quadrata o rettangolare segnata da pietre di confine, o cippi (Linderski, Platner-Ashby, Richardson).

Un aneddoto riguardante la distruzione di una casa sul Celio che interferiva con le "linee di confine degli Auguri "d (Cic., Off 3.66,... Val Max 8.2.1) indica che un auguraculum sorgeva sopra la Via Sacra, e si affacciava sul Foro Romano (Richardson 1978).

Coarelli, utilizzando Plutarco (Num. 7,2-3), in cui si afferma che l'auguraculum era visibile dal Comizio, lo identifica in maniera convincente con i resti di mura di varie epoche nell'angolo SE del giardino Aracoeli (Coarelli 1981, 181) . Queste mura erano parte di un muro di terrazzamento (Coarelli 1983, 106) e, quindi, formano una piattaforma rettangolare, che funzionava come punto di osservazione (Coarelli 1981, 181).

"Le dimensioni di questa piattaforma è confrontata favorevolmente con la piccola dimensione dei templi a Cosa e Bantia.  Platner-Ashby e Richardson speculano sull'esistenza di una capanna di paglia, ma anche se sappiamo di capanne di paglia per i sacerdoti sul Arx (Vitr., De arch. 2.1.5), la nostra fonte non specifica il luogo esatto, né si menziona gli auguri. L'auguraculum viene mostrato sulla mappa tramite i muri di sostegno del giardino Aracoeli; questi rappresentano un paesaggio topografico, non una struttura coperta.

Ora ci sono valide ragioni epigrafiche e topografiche per riposizionare l'auguraculum dalla sua posizione accettata nel giardino Aracoeli a una piattaforma quadrata posta giusto sul bordo dell'Arx, della chiesa di S. Maria in Aracoeli, in prossimità del punto più alto della collina. La nuova posizione viene proposta dalla P.L. Tucci ( "Dove alta Moneta conduce i suoi passi sublime" - Il 'Tabularium' e il Tempio di Giunone Moneta - JRA 18 (2005) 6-33, esp. 15)."

RESTI DELL'AUGURACULUM AL CAMPIDOGLIO

CICERONE

"Ci sono molte forme di autorità religiosa nello Stato, ma l'autorità più alta e suprema è quella di augurio ufficiale. Per quale potere, legalmente considerata, è superiore alla capacità di sciogliere assemblee e consigli nominati dalle più alte autorità in possesso dei loro pieni poteri, o di rescindere le decisioni di tali organismi? 

Che autorità ha più peso che il potere del augure di respingere qualsiasi impresa, semplicemente dicendo "posticipato ad un altro giorno"? 
Quale potere è maggiore di decidere quando i consoli devono dimettersi dal loro ufficio? 
Quale potere è più sacra di quella di concessione o diniego del diritto di riunione per il popolo e la plebe? Infatti, senza l'autorità di un augure, nessun atto da un magistrato sia a casa o in campo ha validità per tutti"

AUGURE CHE IMPUGNA IL LITUO
"I nostri libri sacri ci dicono che presagi sono state eseguite in questa posizione sin dai primi giorni di Roma - da poco dopo Tito Tazio e i Sabini fatto la parte Arx della città. Potete leggere la storia di uno dei primi importanti auguri eseguiti qui nella storia scritta da Tito Livio. 

Si registra come Numa Pompilio fu fatto re, dopo aver ricevuto auspici favorevoli. Auspici, come sono sicuro che lei sa, sono ciò che noi chiamiamo i segni osservati inviati da Giove per trasmettere un messaggio, che viene interpretato da presagio.

Dopo la morte di Romolo, il Senato ha scelto Numa Pompilio di diventare re a causa della sua reputazione di saggezza e di pietà. E Livio dice che Numa ha mostrato il suo rispetto per gli dei, seguendo il precedente di Romolo, chiedendo che un augurio essere condotta prima che lui avrebbe accettato il titolo di re.

Ecco come Livio descrive l'evento :

"Numa fu solennemente condotto da un augure, che fu poi onorato di essere eletto funzionario di Stato per la vita, alla Cittadella, e prese posto su una pietra esposta a sud. L' augure sedette alla sua sinistra , con il capo coperto, tenendo nella mano destra un bastone ricurvo, senza nodi, che si chiama un lituo .
Dopo aver esaminato la prospettiva sulla città e la campagna circostante, egli offrì preghiere e dispose le regioni celesti su una linea immaginaria da est a ovest, definendo il sud come "la mano destra ", il nord come "la mano sinistra . " Egli ha poi fissato su un oggetto, per quanto lo poteva vedere, come un punto di riferimento, e quindi trasferendo il lituo nella mano sinistra, egli mise la sua destra sopra la testa di Numa e proferì questa preghiera :

RAFFIGURAZIONE DEL LITUO SU
UNA MONETA ROMANA
"Padre Giove , se è la volontà del cielo che questo Numa Pompilio, la cui testa ritengo, dovrebbe essere il re di Roma, tu attestalo per noi da segni sicuri all'interno di quei confini che ho tracciato. Poi descrisse nella consueta formula del presagio che desiderava venisse inviato. I presagi vennero inviati, e Numa essendo da loro manifestato dover essere re, scesero dal Templum"

È possibile discernere il metodo di base di augurio da questa storia, che posso riferire a voi, perché è di dominio pubblico. Noi di buon auspicio usiamo un lituo per sorvegliare la zona in cui si osserva auspici e tutti sanno che cerchiamo segni su entrambi la mano " sinistra " o " destra " . Tuttavia queste sono solo una parte della nostra attenta lettura dei segni. Non posso dire di più. La conoscenza segreta di divinazione può essere rivelata solo ai membri del Collegio di Auguri. -



OGGI

Situati sull'Arx, nel giardino posto ai piedi di S. Maria in Aracoeli, sono visibili i resti di un recinto quadrilatero in blocchi di cappellaccio molto probabilmente da ricondurre all'Auguraculum, un antico recinto sacro, orientato secondo i punti cardinali, dal quale gli Auguri prendevano gli auspici (soprattutto al momento delle assemblee che venivano svolte nel Comitium) tramite l'osservazione del cielo.




ARTICOLI CORRELATI



0 comment:

Posta un commento

 

Copyright 2009 All Rights Reserved RomanoImpero