LE ALAE I (PRIMAE)




Ala I Asturum - quingenaria, documentata in Germania, durante la dinastia Flavia viene trasferita nell'anno 99 nella Moesia inferiore e partecipa alla conquista della Dacia, poiché secondo CIL IX 4753 il suo PraefectP. Prifernius Paetus don. don. Exped. Dac. da imp. Chiamato Traiano. all'inizio del II secolo è stanziata a Gemisara, nell'attuale Romania.

Ala I Augusta Parthorum - Con il soprannome Augusta e il numero solo dalla fine del II secolo. si attesta questa ala. Tra gli ausili mauritani, c'è il diploma XXXVI per l'anno 107, poi un certo numero di iscrizioni assicurano la presenza dell'Ala nella provincia fino al III secolo. Il loro campo doveva essere nell'estremo ovest della Provincia Caesariensis, poiché quasi tutte le iscrizioni dell'Ala provengono da questa zona.

Ala I Augusta Gallorum civium Romanorum - la troviamo in Mauretania Tingitana nel 153, 157, e 161.

Ala I Augusta Gallorum Proculeiana la troviamo in Britannia nel 127, 133 e nel 158.

Ala I Augusta Gemina colonorum - Prese parte alla guerra ebraica di Adriano, combatté in Cappadocia nel 135 e si trovava ancora nella parte orientale nel V secolo.

Ala I Augusta "ob virtutem" appellata, in seguito Gordiana, è possibile fosse a Lancaster nel tardo I secolo, poi a Chesters sul Vallo di Adriano con Adriano. L'unità viene spostata con Antonino Pio ed inviata in Scozia, anche se non conosciamo la destinazione finale. La ritroviamo ad Old Carlisle nel 188, dove rimarrà fino al 242. 

Ala I Augusta Thracum - si incontra per la prima volta sotto Traiano, dove era sotto il prefetto Q. Attius Priscus, CIL V 7425. A quel tempo apparteneva all'equipaggio di Raetia. Da Traiano o Adriano venne trasferita a Norico, probabilmente a Trigisamum sul Danubio, come dimostra l'iscrizione CIL III 5654, posta tra 140 e 144 in onore dell'imperatore Pio; c'è anche la lapide di un veterano dell'Ala. Due iscrizioni di Decurioni dell'Ala 4806. 4839 provengono dalla capitale provinciale di Virunum, e anche la pietra da Solva, ibid., Pp. 5340, dove si trova " I AVG • THR".


Ala I Afrorum veterana si trovava in Germania inferiore ai tempi dell'imperatore Traiano, e Adriano  in località Ara Ubiorum e poi a Novaesium. 

Ala I Agrippiana Flavia fu reclutata tra la popolazione dei Treviri, posizionata in Germania superiore (forse dai tempi di Augusto ), poi in Mesopotamia in epoca tetrarchica. 

Ala I Asturum - La sua presenza è stata documentata in Germania inferiore nell'era flavia ad Ara Ubiorum. Fu reclutata nel I secolo tra la gente di Astures di nuova conquista, da dove venne trasferita in Mesia. Partecipò alla conquista della Dacia da parte di Traiano e all'inizio del II secolo viene trovata alloggiata a Gemisara, nell'attuale Romania.

Ala I Batavorum milliaria  - fu dislocata inizialmente nella Germania inferiore fino al suo scioglimento dopo la rivolta di Gaio Giulio Civile del 69-70. La troviamo ancora in Germania inferiore nel 99 al tempo di Traiano. Durante la conquista della Dacia da parte di Traiano, fu dislocata in Pannonia superiore. Negli anni successivi fu trasferita definitivamente in Dacia, inizialmente nei pressi di Apulum. Sotto Antonino Pio era forse nel forte di Critesti, o in altri forti della Dacia Porolissensis.

Ala I Bosporanorum - Nel I secolo si accampò vicino all'Eufrate. Era in Dacia nel II secolo, perché c'erano resti di esso. Per un po' fu a Vecel, da dove andò a Maroskeresztúr, dove compaiono timbrati i mattoni delle sue opere edilizie. La troviamo in Pannonia superiore nel 116.

Ala I Britannica Flavia milliaria civium Romanorum  - fu in epoca Flavia nel forte di Vindobona (in Pannonia superiore), prima che diventasse fortezza legionaria. Fu trasferita in Siria ad Apamea sull'Oronte, in seguito alla crisi scoppiata con i Sasanidi degli anni 252/253.

Ala I de Campani - " Tito Livio LX n 29 narrando la guerra che i Romani fecero a Sanniti e ai Galli nell'Anno di Roma 457 ricorda l'Ala de Campani ed un Ala di tal nome è mentovata ancora in una lapide del Grutero p 429 n 1"

ELMI DELLE ALAE ROMANE

Ala I Cananefatium (o Cannenefatium) civium romanorum - era posizionata durante la rivolta Batava in Germania superiore (diplomi del 74 e 82). In seguito a questa rivolta, viene inviata in Pannonia superiore a Gerulata, l'odierna Rusovce (cfr. diplomi del 116, 133, 138, 148, 149, 151, 154 e 161). Partecipa per un breve periodo alle campagne in Africa sotto il regno di Antonino Pio, a supporto della legio III Augusta. Potrebbe essere quella stessa Ala che troviamo in Pannonia inferiore, denominata Ala I Civium Romanorum, come da diploma del 156 e dislocata a Teutoburgium.

Ala I Civium Romanorum - Si sa che era in Pannonia negli anni ottanta del I secolo, ma è stata menzionata in Dacia nel 110. Da lì, è andata nella Pannonia inferiore, presumibilmente il suo campo era a Teuroburgium.

- Ala I Claudia Gallorum - Nel 105, nella Mesia inferiore viene menzionata in una lettera sprezzante. Era ancora lì nel IV secolo, ma non sappiamo dove. Ne conosciamo solo due testimonianze.

Ala I Colonorum Augusta era in Cappadocia con Arriano governatore nel 134. 

- Ala I Commagenorum milliaria sagittaria è possibile sia nata sotto Tiberio (posizionandola subito in Oriente) o con Tito Flavio Vespasiano nel 72, posizionandola presso il forte di Commagena nel Norico, dove la troviamo ancora nel 151.

Ala I Communaorum   - Nell'83 era in Egitto, nota a Cele (Dacia) nel II secolo. Forse la stessa dell'Ala Commagenorum.

Ala I Contariorum Ulpia milliaria fu formata da Traiano durante la conquista della Dacia degli anni 101-106 e subito posizionata in Pannonia superiore (diploma del 116). Si trovava ancora qui al tempo di Adriano (diploma del 133) e Antonino Pio (sulla base dei diplomi militari del 139, 147, 151, 153, 154 e 161), nei pressi di Arrabona e forse per un breve periodo anche Carnuntum. Fu trasferita dopo il principato di Caracalla in Siria ad Apamea, dove la troviamo nel 252. Sue vexillationes parteciparono nel corso del II secolo a qualche operazione militare in Mauretania.

Ala I Dacorum Ulpia era in Cappadocia con Arriano governatore nel 134. 


Ala I Flavia Augusta Britannica miliaria civum Romanorum bis torquata ob virtutem - presumibilmente così chiamata a causa del suo stazionamento era Britannica, ma potrebbe significare anche Britannorum, dei Britanni. La I Flavia non ha preso il nome dal suo fondatore perché è stata citata in precedenza. Per un certo periodo fu di istanza a Vindobona, un diploma militare fu menzionato da 114 nelle squadre della Pannonia superiore, dove appare però già citata prima. Allora la squadra era già sulla missione orientale, spedita poi sul campo di battaglia; qui ottenne l'aggettivo torquata, poi tornò alla Pannonia inferiore, dove la sua stazione poteva essere intorno a Tolna.

Ala I Flavia Gallorum Tauriana - L'unica cosa che sappiamo di lei è che era a Lugdunum con la Legio I Italica all'inizio dell'anno, 69 anni, e si schierò dalla parte di Vitellio. Un prefetto dell'Ala è su delle iscrizioni a Thamugadi in Africa, CIL VIII 2394. 2395 e Comptes rend. de l'acad. d'Hippone 1888, 107. Il soprannome Flavia può in seguito essere adottato da uno degli imperatori Flaviani, poiché esistevano già prima di Vespasiano.

Ala I Flavia Gemina - si trovava in Germania superiore nel 74 e nell'82. Presumibilmente Vespasiano la fondò dai resti di una vecchia ala. Fu di stanza in Germania superiore senza interruzione, dove può essere trovata ancora nel II secolo. 

Ala I Gaetulorum Flavia - al più tardi venne stabilita nel 99 nella Mesia inferiore, poi nella Pannonia inferiore dopo le campagne dei Daci. Alcune fonti dicono che era in oriente a metà del III secolo, ma non è dimostrato.

Ala I Gallorum Atectorigiana - fu formata nella Gallia Lugdunense e dislocata in Mesia inferiore, forse nel forte di Appiaria (oggi Ryahovo), con vexillationes anche nel regno del Bosforo Cimmerio (a Balaklava). 

Ala I Gallorum et Bosporanorum - Nota solo con il diploma LXVII conferito ad un soldato che si trovava in Dacia superiore nel 158. Presumibilmente la truppa è stata creata dall'unificazione di tutta l'ala Daciana, la I Bosporanorum e un'ala Gallorum o solo una parte di ciascuna.

Ala I Gallorum Claudia - era posizionata in Mesia inferiore e potremmo identificarla con l'Ala I Gallorum Flaviana (riformata in epoca posteriore?). Si trova in Mesia inferiore già nel 99 (diplomi del 99 e 105). La troviamo nel 160/161 nella vicina Mesia Superiore.

Ala I Gallorum et Pannoniorum catafractaria - era in Mesia inferiore con Traiano ed Adriano. È possibile che Antonino Pio la destini in Dacia (diplomi del 145-161). erano catafratti, cioè cavalleria pesante, formata dai Sarmati Roxolani, che dalla Russia erano migrati nel Danubio, nella pianura di Baragan.

Ala I Gallorum Flaviana - era posizionata in Mesia Superiore nel 160.

Ala I Gallorum Indiana  - prese il nome dal suo primo comandante, il nobile Giulio Indo e fu creata attorno al 21 (epoca tiberiana) ed è posizionata subito in Germania inferiore. È possibile che abbia preso parte alla spedizione di Claudio del 43, benché la sua presenza in Britannia sia di epoca flavia (a Corinium, oggi Cirencester). Qui soggiornò fino probabilmente all'84, per poi essere trasferita in Germania inferiore (diplomi del 94, e 101) ed in seguito in Germania superiore (almeno dal 134). 

Ala I Gallorum Picentiana - si trovava nel distretto di Germania nell'82.

Ala I Gallorum Tauriana civium Romanorum torquata victrix Flavia - esisteva già da prima 
dell'epoca flavia, posizionata in Gallia. La troviamo in Mauretania Tingitana (dipl. dell'86, 105, 109, 122, 135, 153, 157, e 161). Potrebbe essere stata posizionata per brevi periodi anche nella vicina Numidia, a Zraia o nei pressi della fortezza legionaria di Lambaesis.

Ala I Gallorum Veterana - è costituita in epoca tarda, o comunque non prima del regno di Adriano. È posizionata in Egitto (diploma del 199) dove rimane fino al IV sec. 

Ala I Gemelliana, o Ala I Gemelliana civium Romanorum - la troviamo in Mauretania Tingitana nel 153, 157, e 161. 

Ala I Flavia Gaetulorum - Quest'ala quinquagenaria prese il nome di Flavia in onore della dinastia imperiale (Vespasiano, Tito e Domiziano. Il termine Gaetulorum invece derivava dai Gaetuli, ovvero Getuli, una popolazione antica del Nordafrica, nomade, che abitava nelle regioni predesertiche e desertiche degli attuali Algeria e MaroccoEra di stanza nelle province della Mesia inferiore e della Pannonia inferiore, ed è citata sui diplomi militari per gli anni dal 92 al 152/153.
In un diploma del 92 della Mesia inferiore l'Ala è elencata come parte delle truppe di stanza nella provincia. Ma altri diplomi dal 97 al 152/153 attestano ancora l'unità in Mesia. Altri diplomi del 114 mostrano che l'unità è rimasta sia in Moesia inferiore che in Pannonia inferiore almeno in quell'anno.
Certamente avrà partecipato alle guerre daciche Dal diploma del 152/153 risulta che un vexillation dell'Ala era stata temporaneamente trasferita nella Mauretania Caesariensis per domare una rivolta. L'ultima iscrizione dell'Ala è datata 215 ( AE 1998, 1618 )
Risiedette a Carsium (Hârşova) dove sono stati rinvenuti dei mattoni con il timbro AL FL, e nella Pannonia inferiore risiedettero ad Albertfalva (Budapest).Membri Noti:
Comandanti:
- Betuus Cilo - Q(uintus) Naevius - M(arcus) Ulpio Attianus - Publius Isle Ammonios
- Q(uintus) Planius Sardus Truttedius Pius - L(ucius) Flavius ​​S(a)ecularis, prefetto
- Sex(tus) Attius Senecio, prefetto - T. Antonius Claudius Alfenus Arignotus, prefetto
e poi:
- Cl(audius) Marcianus, una guida - Stephen, un decurione
- T(itus) Aelius Mucatral. un veterano - Bithus - C(aius) Annius  - Dolazenus
- Lucius Satur - Magius Ver(noi) - Veladatus.

Ala I Flavia Gemelliana - la troviamo in Rezia nel 157. Prese il nome Flavia sotto uno degli imperatori Flavi. Il Diploma III dell'anno 64 rilasciato a un cavaliere dell'Ala menziona solo a.ala Gemelliana. A quel tempo le truppe appartenevano alla guarnigione di Raetia, e in questa provincia sembra essere rimasta permanente; per l'anno 166 la loro presenza lì assicura il diploma LXXIII (LXI) e l'iscrizione CIL V 8660 impostata dai Decurioni delle tre alae.

Ala I Flavia Singularium civium Romanorum pia felix

Ala I Hamiorum Syrorum sagittaria era originaria della Siria romana. Venne posizionata in Mauretania Tingitana come dimostrano i diplomi degli anni 109, 122, 135, 153, 161.

Ala I Herculaea - La prima ala erculea, si pensa che questa unità sia stata costituita da un altra ala, ribattezzata in onore dell'imperatore Massimiano (286-305), che ha adottato il titolo di 'Erculeo' subito dopo la sua elezione nel 286. L'unico ricordo di questa unità è l'Olenacum citata nel Notitia Dignitatum, che è stata per ora identificata con Elslack vicino a Skipton nello Yorkshire.

 Ala I Hispanorum - un diploma militare del 128 venne reperito nella Dacia inferiore, e l'Ala fu qui per un quarto di secolo dopo. Probabilmente era di stanza in Germania superiore nel I secolo. Certamente Traiano la condusse in Dacia.

Ala I Hispanorum Asturum - Venne reclutata nel I secolo tra la gente delle Astures (Asturie) di nuova conquista. Probabilmente fu trasferita in Britannia durante il regno di Domiziano, anche se il primo riferimento certo è del 98 durante il regno di Traiano. Aveva il suo quartier generale a Condercum, l'attuale Benwell, probabilmente dall'anno 175 fino alla fine dell'occupazione romana della Gran Bretagna come parte della guarnigione del Vallo di Adriano. Appare menzionato come parte dell'esercito degli anni di Britania nel 122 , 124 , 126 , 158 , 175 , 200 , 205 e 400. La tomba di un cavaliere di questa unità, di nome Victor, di 20 anni, nativo della Mauritania, è stata rinvenuta in Arbeia, nel South Shields, in Scozia.


Ala I Hispanorum Aravacorum (o Arevacorum) è posizionata nella Pannonia superiore, a Celemantia, con la fine delle guerre daciche di Traiano (diploma del 116). Una sua iscrizione è stata trovata a Carnuntum. Esistono alcuni suoi diplomi che ne attestano la presenza in Pannonia superiore nel 133, 151, 154 e 161. È possibile si faccia riferimento a questa ala in un'iscrizione dell'epoca di Antonino Pio / Marco Aurelio. 

Ala I Hispanorum Asturum quingenaria - La prima ala spagnola di Astures dislocata in Britannia con Domiziano. Probabilmente prima di stanza in Gran Bretagna durante il regno di Domiziano (81-96), sicuramente al tempo di Traiano (98). Probabilmente stanziati a Benwell nel 175, certamente nel 205-208. Una tessera recante il francobollo dell'unità trovata a Wallsend, e la lapide di un liberto di South Shields non dimostrano che l' ala sia mai stata collocata in uno di quei luoghi. L'unità risiedeva a Benwell fino alla fine del dominio romano in Gran Bretagna.Troviamo diplomi che ne attestano la sua presenza nell'isola nel 98, 122, 124, 126, 135, 146 e 158. Con la fine del regno di Marco Aurelio è posizionata a Condercum (oggi Benwell sul Vallo di Adriano, almeno dal 175), nel 200 a Segedunum (Vallo di Adriano), torna a Condercum nel 205/208 dove rimarrà fino al IV Secolo (Notitia dignitatum).

Ala I Hispanorum Auriana - posizionata dai tempi di Claudio, nel 71, ad Aquincum  (non ancora castra legionario), fino a quando non fu trasferita per la costruzione del vicino castra legionario attorno al 90. È possibile si faccia riferimento a questa ala in un'iscrizione dell'epoca di Antonino Pio / Marco Aurelio. Era certamente nell'Illyricum sotto Nerone. Fu quindi trasferita nel Norico forse in seguito alla guerra civile. A partire da Domiziano fu trasferita in Rezia, dove la troviamo ancora al tempo di Antonino Pio (nel 157). 

Ala I Hispanorum Campagonum - Dagli anni Cinquanta del II secolo, ci sono due monumenti commemorativi, dai Diplomi Militari e da Micia, questi ultimi dalla fine del II secolo e dalla prima metà del III secolo. Sembra che sia stato già prima di stanza in altre parti della Dacia.

Ala I Illyricorum -  Compare solo una volta sull'iscrizione romana di un eques singularis (CIL VI 3234 nazione Dacus ex ala I Illyricor.).Dei mattoni col bollo della I Illicorum si trovano non molto distanti tra loro nei castelli di Burghallen e Vécs e dimostrano che lì nell'estremo nord-est della provincia l'Ala aveva il suo accampamento.

ELMO ORIGINALE
Ala I Ituraeorum Augusta sagittaria è attestata in Pannonia superiore ad Arrabona, e anche nella vicina Pannonia inferiore (probabilmente ad Intercisa) in un periodo non precisato (forse sul finire del I secolo). Potrebbe aver partecipato alla guerra di conquista della Dacia sotto Traiano. Fu trasferita in Mauretania Caesariensis forse sotto Adriano. La troviamo in Pannonia inferiore nel 139, nel 148, nel 149 e nel 156 sotto Antonino Pio, nel 167 sotto Marco Aurelio e Lucio Vero e nel 192 sotto Commodo.

Ala I Pannoniorum Sabiniana (milliaria?) La prima ala sabinica dei Pannoni era posizionata in Britannia nel 122. È molto probabile che questa unità abbia preso il nome da un ex comandante, un Sabino, la cui identità esatta, tuttavia, rimane sconosciuta. L'unica prova epigrafica su pietra per questa unità in Gran Bretagna è una sola lapide Halton Chesters sul Vallo di Adriano, che è stato datato alla prima metà del III secolo annuncio; erano di stanza lì per il resto del dominio romano. I sigilli di piombo che identificavano l'unità, da South Shields e Corbridge, erano probabilmente prodotti mentre l'unità si trovava a Halton Chesters.

Ala I Pannoniorum Tampiana milliaria fu posizionata probabilmente nel I e II secolo in Britannia (vedi diploma del 122). La troviamo nel 151 nel Norico. Sue vexillationes furono probabilmente inviate a Carnuntum forse al tempo dell'Imperatore Antonino Pio o durante il periodo delle guerre marcomanniche sotto Marco Aurelio.

Ala I Pannoniorum Tampiana - ovvero: Ala Primae Pannoniorum Tampiana Victrix ( La prima ala vittoriosa dei Pannoniani, da Tampiana). Probabilmente prende il nome dalla loro città d'origine piuttosto che da un ex comandante. I militi sono registrati in Gran Bretagna solo su un diploma militare con il nome degli uomini dimessi dall'unità durante una cerimonia eseguita al Caerleon fortezza legionaria nel Galles meridionale, all'inizio del II secolo; è possibile che il reggimento fosse stanziato nel Galles o nel sud-est della Gran Bretagna, e in seguito trasferito a York. Il reggimento era stato trasferito a Noricum nel 130 e poco dopo è stato aumentato a milliario (di 1000 uomini), rimanendo in stazione dal Danubio fino alla fine del dominio romano.



Ala I Praetoria Civium Romanorum - Praetoria era la guardia del corpo a cavallo di un comandante romano; forse di Germanico (successore di Tiberio se fosse vissuto). Il nome dell'unità deriva dal Praetorium, la sede di un generale. Civiorum Romanorum perchè l'Ala aveva meritato con il suo valore il premio ci conseguire la cittadinanza romana, che tra l'altro gli aumentava pure lo stipendio di soldato.

Ala I Sarmatarum -  La prima ala dei Sarmati. Cassio Dione ( Historiarum Romanorum quae supersunt LXXI.xvi.2) riporta che 5.500 cavalieri Sarmati vennero inviati in Gran Bretagna, suddivisi in undici Alae di Cavalleria quinquigenaria (500 truppe per unità), o potrebbe essere stato usato per fornire un contingente di cavalleria per circa venti unità di fanteria, formando così delle cohortes equitatae. È molto improbabile che qualcuno di loro sia stato formato in una grande ala milliaria di cavalleria, poiché sono molto rari, di solito c'è un solo esempio in ogni provincia, e l'unico registrato in Gran Bretagna è stato ospitato nel Forte Stanwix sul Vallo di Adriano, l' Ala Petriana. Questi soldati di cavalleria devono essere stati alloggiati nei forti disseminati nel nord della Gran Bretagna e nel Galles; alcuni dei quali erano apparentemente formati nell'Ala Sarmatarum e di stanza al forte di Ribchester. L'unità è attestata solo su due iscrizioni non datate. Come l' ala si impoverì soprattutto per il pensionamento, divenne un semplice 'cuneo' dalla fine del IV secolo. La tessera timbrata BSAR trovata a Catterick, potrebbe avere connessioni con questa unità. Durante la sua intera vita, l'unità era di stanza a Ribchester, in Gran Bretagna.

Ala I Scubulorum - la troviamo nel 74 lungo il Reno, proveniente dalla Pannonia. Era ancora nel distretto militare di Germania nell'82.

VESSILLO I ALA THRACUM
Ala I Thracum - La prima ala dei traci - anche in questo caso abbiamo alcune unità di cavalleria omonime, alcune delle quali potrebbero rappresentare la stessa unità in differenti periodi, come segue:
Ala I Thracum era forse dislocata durante il I secolo nel distretto militare delle due Germanie a Colonia Agrippina. In seguito fu trasferita in Britannia, forse a Caerleon-Isca Silurum, come sembra risultare dal diploma del 103.
Molto probabilmente reclutata nel 30 nelle loro terre nel sud della Romania e Bulgaria, vennero inviate in Germania, dove dovettero sostenere l'invasione dell'esercito claudia di Aulo Plauzio.
Considerando il destino della sventurata IX legione (non per citare le città fiorenti di Colchester, St. Albans e Londra) durante la rivolta di Budicca, è possibile che l'unità era già stata spostata altrove, visto che sono state individuate a Cirencester subito dopo.
I militari si ritirarono da Cirencester verso l'anno 70, ed è possibile che l'unità fosse tenuta in riserva nel Galles meridionale fino al suo ritiro nella Bassa Germania entro la metà del II secolo, dove apparentemente sarebbe rimasta.

Ala I Thracum Classiana c.R. Victrix  - era nel 127 in Germania inferiore, insieme all'altra Ala I Thracum et Gallorum.

Ala I Thracum et Gallorum - era nel 127 in Germania inferiore, insieme all'altra Ala I Thracum Classiana c.R. Victrix.

Ala I Thracum Augusta (sagittaria civium Romanorum?) - la troviamo posizionata in Arabia. potrebbe forse itentificarsi con l'omonima I Thracum Classiana. Era dislocata sotto Antonino Pio nel Norico (diploma del 151) sembra a Trigisamum (Traismauer).

Ala I Thracum Classiana civium Romanorum torquata Victrix - era nel Norico come risulta dai diplomi del 76 e del 92, dislocata probabilmente a Lentia (Linz). In seguito fu posizionata per un breve periodo, sotto i Flavi fino al regno di Nerva, a Vindobona nella Pannonia superiore, prima che diventasse fortezza legionaria. Nel 127 era certamente posizionata in Germania inferiore insieme all'altra Ala I Thracum et Gallorum, forse ad ad Utrecht o ad Ara Ubiorum. La troviamo nel 133, poi ancora nel 139, nel 146, nel 154 e nel 161 in Pannonia superiore, molto probabilmente nel forte alare di Carnuntum, non molto distante dalla fortezza legionaria. 


Ala I Thracum Mauretana - potrebbe essere stata posizionata sotto il regno di Claudio in Mauretania Tingitana. Sotto Domiziano risulta facente parte della guarnigione della Giudea (diploma dell'86). La troviamo in Egitto, fin da Adriano, poi sotto Antonino Pio (nel 142), Settimio Severo e Diocleziano.

Ala I Thracum Sagittaria Veterana - era posizionata in Pannonia inferiore sotto Traiano (diploma del 116), Antonino Pio (diplomi del 148, 150), sotto Marco Aurelio e Lucio Vero (diploma del 167), e sotto Commodo nel 192. La troviamo dislocata molto probabilmente ad Annamatia, considerate le numerose iscrizioni rinvenute a Bolcske. Altre evidenze epigrafiche della zona (fine del II secolo?) le troviamo anche nella vicina Intercisa (Dunaujvaros). Vi sono anche testimonianze epigrafiche ad Aquincum o nella vicina Campona (Nagyteteny), databili ai Severi, ed una a Treboniano Gallo.

Ala I Thracum milliaria - la troviamo in Siria Palestina sotto Antonino Pio (alla fine del 138) e sotto Commodo nel 185 (in Siria Palestina).

Ala I Thracum Veteranorum Sagittariorum civium Romanorum - Si trattava di un'ala tracia composta da arcieri a cavallo veterani che avevano ottenuto la cittadinanza romana grazie al loro valore e coraggio.

Ala I Thracum victrix - Nel II secolo. l'Ala è nella Pannonia superiore, negli anni 133, 138, 148, 149, 154 i diplomi XLVII. LI (XXXVI). LX. L'unica iscrizione della Pannonia superiore, che menziona la compagnia, è la pietra di Mattersdorf CIL III 4244, che potrebbe essere ancora nel I secolo.

Ala I Tungrorum - I Tungri erano una tribù che abitava nelle Ardenne occidentali dell'Europa centrale. L'unica prova concreta per la presenza di questa unità in Gran Bretagna è un altare non datato di Ercole portato alla luce a Mumrills sul Muro Antonino, dove probabilmente furono la prima guarnigione. Gli unici altri documenti del servizio di questo reggimento in Gran Bretagna sono sulla diplomazia militare di Chester e York.

Ala I Tungrorum Frontoniana si trovava in Germania inferiore fin dal I secolo, inizialmente in località Moers-Arsberg (l'antica Asciburgium), più tardi a Novaesium ed infine a Bonna. Nel 105 si trovava in Britannia. Sappiamo che soggiornò almeno al tempo di Traiano a Carnuntum Risulta ancora posizionata in Britannia nel 122. 

Ala I Ulpia Contariorum Civium Romanorum - Fondata da Traiano e nominata ad Arrabona (Gyor). Un distaccamento era probabilmente anche in Mauritania.

Ala I Ulpia Dacorum - Traiano la organizzò e la mandò in Cappadocia. Fu nella provincia dell'Armenia all'inizio del V secolo.

Ala I Ulpia Dromedariorum Miliaria - Usava i dromedari, agiva in Siria nel II secolo.
«Marco Caecilio Fusciano Crepereiano Florano legato Augusti pro praetore et Marco Caecilio Rufino filio eius equites singulares exercitus Arabici item dromedarii
(Arabia, Bostra, CIL III, 93 (p 969).) «Iulius Candidus veteranus ex duplicario Valeriae dromedariorum.» (Siria, Rimet el-Lohf, CIL III, 14160,1.)

Ala I Ulpia Singularium -  forse venne ricostruita da Traiano. E' menzionata solo una volta nel Cursus honorum CIL X 6426. Non apparendo mai nelle province occidentali dell'impero, le cui truppe sono essenzialmente conosciute, potrebbe essersi fermata in Oriente, e quindi considerarlo al servizio di Traiano,, un corpo di cavalleria mista di Valerio Lollianus (CIL III 600) per combattere nella guerra partica. Questa ala orientale Singularium si riscontra anche nel Cursus honorum greco CIG 3439, poiché gli ufficiali di nazionalità greca di solito prestavano servizio nelle truppe orientali.

Ala I Vespasiana Dardanorum -  venne fondata nella Mesia inferiore, ad Arrubium e rimase sempre qui in stanziamento. Risulta ancora qui all'inizio del III secolo.



0 comment:

Posta un commento

 

Copyright 2009 All Rights Reserved RomanoImpero