CAMPANIA





CAMPANIA FELIX

L'antica regione campana, densa di civiltà e di bellezze naturali, lambita dal mare e dal sole, ricca per una particolarissima terra fertilizzata dalle antichissime eruzioni vulcaniche, giustamente fu definita dai romani Capania Felix, dove Felix stava per opima, ricca e fertile.

Questo nome indicava all'inizio il territorio della città di Capua, (S. Maria Capua Vetere) nel periodo romano, ed altre pianure di municipi confinanti. Fu un territorio molto vasto che si estendeva dalle pendici del monte Massico (a nord) fino a lambire a sud i Campi Flegrei e l'area vesuviana comprendendo l'ager Falernus, che poi venne escluso da Roma a causa dell'alleanza della città di Capua con Annibale.
Qui si incrociarono civiltà diverse, in particolare la greca, la sannita e la romana. Meta ambitissima dei ricchi patrizi romani ne conserva splendidi resti sia nella costa che nell'entroterra, che la rendono forse la regione più bella della penisola, purtroppo ormai devastata da un'infelice amministrazione che non ne ha mai valorizzato il preziosissimo ambiente.

I Greci si insediarono a Cuma (punto della terraferma più vicino a Lacco Ameno) e poi a Dicearchia (Pozzuoli), Parthenope e poi presso la definitiva Nea Polis (Napoli), col tipico impianto urbanistico ippodameo costituito da plateiai e stenopoi, divenuti poi nell'epoca romana l'area dei decumani di Napoli. L'insediamento greco avvenne infatti solo lungo le coste, mentre la parte interna era abitata dagli etruschi che diedero vita ad una lega di dodici città con a capo Capua, Nuceria, Nola, Acerra, Suessula.

Già oggetto di  insediamenti punico-cartaginesi dal X sec. a.c. subì poi la felice colonizzazione da parte dei Greci. Il geografo Strabone, lo studio del mito della Sirena Partenope e degli altri fatti storici hanno convinto gli studiosi su un antecedente insediamento Rodio posto nell'isolotto di Megaride, attuale Castel dell'Ovo. Esso, riconducibile al IX sec. a.c., costituirebbe il primo nucleo delle futura Napoli.

La prima delle colonie in Campania ma pure di tutta l'Italia meridionale, fu l'isola di Ischia, dove agli inizi del VIII sec. a.c. un gruppo tecnico culturale proveniente dalla Calcide di Eubea si insediò priva di armi e con il consenso dei Cartaginesi nella baia di Lacco Ameno, onde apprendere le abilità etrusche nell'estrazione e la lavorazione del ferro dell'Elba.

Il primo stanziamento, detto dai greci Pithecusa, fu un misto tra la cultura greca e quella cartaginese. A questo seguirono quelli di Naxos e Megara Hiblea nella Sicilia meridionale.

I principali centri abitati della regione furono comunque:  Capua, Cumae, Neapolis, Caprae (Capri), Pompei, Sorrentum, Stabiae, Nuceria Alfaterna e Salernum.

POMPEI


ISOLA DI MEGARIDE

Secondo Strabone, l'isola fu fondata da coloni provenienti da Rodi che qui avrebbero stabilito, tra il IX-VIII sec. a.c., un emporio commerciale. I culti religiosi in epoca greca furono appunto quelli dei greci, ed uno dei culti più antichi fu il culto della sirena Partenope, già noto in Grecia orientale prima della fondazione della città.

MEGARIDE
Sul culto della sirena, o ninfa, Partenope ci sono poche notizie, tra cui una corsa con le fiaccole che ogni anno si compiva in suo onore, le cosiddette Lampadoforie, il che fa pensare a un culto misterico greco. Pare che la sirena sia morta  a Megaride, essendo stata trasportata dal mare nella zona in cui oggi sorge Castel dell'Ovo e proprio lì, guarda caso, venne fatta seppellire dalla chiesa cristiana una dei patroni di Napoli, santa Patrizia.

Secondo alcuni, Partenope morì dopo essere stata rifiutata da Ulisse, per altri gli Argonauti passarono per l'isola dove viveva la sirena e Orfeo, che era con loro, suonò la cetra facendo suicidare Partenope in mare (suonava così male?). Comunque a Napoli la Partenope era venerata come Dea protettrice.
Così il primo stanziamento di coloni interessò l'isola di Ischia e poi passò alla zona della provincia di Napoli, divenendo a tutti gli effetti una colonia greca.



I PRIMI INSEDIAMENTI LUNGO LE COSTE
Pithecusa 
CUMA, TEMPIO DI GIOVE
- Ischia -  nella prima metà dell'VIII sec. a.c. (770 a.c. ca.) dai Greci di Eretria e di Calcide (Eubea). Qui è stata rinvenuta una fattoria greca tenuta da agricoltori benestanti, e la colonia era famosa per l'ottima produzione di ceramica.
Kyme 
- Cuma - fondata intorno al 740 a.c., dal IV sec. a.c., dopo le guerre sannitiche, l'isola passò con Napoli sotto il dominio romano, e divenne centro di attività commerciali e manifatturiere. Qui l'antro della Sibilla cumana e i suoi rispettati responsi.
Dikaiarcheia
- Pozzuoli - in origine scalo commerciale greco cumano, fondata nel 528 a.c. da esuli sami, con il nome di Diceàrchia (giusto governo). Nel 421 a.c. passò ai sanniti. Dopo la conquista romana della Campania (228 a.c.), Puteoli (così ribattezzata per le sorgenti termo-minerali) col suo porto divenne prospera per gli scambi commerciali. Nel 194 a.c. divenne colonia romana e i romani ne fecero il loro porto principale, collegandola con un'ottima rete stradale all'Urbe e alle città più importanti della Campania, mentre le città marittime dell'Oriente vi impiantarono stazioni commerciali. Vi eressero magnifiche ville e bellissimi edifici pubblici, come l'Anfiteatro Flavio, il Tempio di Serapide, lo Stadio di Antonino Pio, l'Anfiteatro Minore e il Tempio di Augusto.
Parthenope e Neapolis 
PESTUM
- Napoli - a Napoli la sirena Partenope era venerata come Dea protettrice, poi declassata a ninfa suicida per pene d'amore.
Poseidonia 
- Paestum - chiamata dai fondatori Poseidonia in onore di Poseidone, ma devotissima a Era e Atena, fondata verso la metà del VII sec. a.c. Fiorì con tre diverse civiltà, quella greca, quella lucana e quella romana.
Elea-Velia
- Ascea - Strabone narra della città di Elea nella sua opera Geografia, specificando che i fondatori Focei, la chiamarono inizialmente Hyele, I Romani, dal 535 a.c. circa, la chiamarono Velia.
Pixunte
- Policastro Bussentino - colonia greca di Rhegion (Reggio Calabria) come base per i commerci della città dello Stretto con il Golfo di Taranto collegato attraverso il fiume Siris nel 471 a.c. con il nome di Pyxous (Pixunte), dotata di cinta muraria. Divenne romana nel II sec. a.c. con il nome di Buxentum.


Atella 
- ebbe come primi abitanti gli Osci Romani, nel suoi centri abbondano i resti delle città e le tombe arcaiche. 

Frattaminore
- che con Il suo territorio pianeggiante costituisce l'estremo lembo settentrionale della Provincia di Napoli al confine con il casertano.
Orta di Atella
BAIA
- situata nella Pianura Campana (antico Ager Campanus), attraversata dal Volturno. Dopo l'occupazione da parte dei Romani 210 a.c., il suo territorio venne confiscato e destinato ad un intensivo uso agricolo. Con la Pax Augustea, tale occupazione - operata da parte dei contadini impostivi dai vari domini )- divenne stanziale. Sorsero così le numerose villae rusticae con uno sfruttamento più intenso e articolato dei campi da coltivare.
Sant'Arpino
- situato nell'ager campanus, ovvero Piana del Volturno, e fa parte dell'agro aversano, il suo territorio ricade in gran parte sul sito della antica città di Atella.
Succivo
- sul sito della città osca di Atella, fucina della commedia latina, è sede del museo archeologico nazionale dell'agro atellano.
Baiae
- abitata dagli antichi romani, area archeologica situata a Baia, frazione di Bacoli, nell'area dei Campi Flegrei. Rimane oggi soltanto quella che allora era la parte collinare della città, trovandosi la rimanente sotto il livello del mare, sprofondata a causa di fenomeni bradisismici. Nel Parco Archeologico di Baia (Terme Romane e/o Palazzo Imperiale) con gli edifici termali monumentali: Tempio di Diana, Tempio di Mercurio, Tempio di Venere, la villa di Cesare inglobata nel Castello Aragonese (Baia), il Parco sommerso di Baia con il Ninfeo di Punta Epitaffio.
Bauli 
- Bacoli - abitata dagli antichi romani che la chiamarono Bauli. Vanta molti monumenti tra cui: Cisterna romana Centocamerelle, Cisterna romana Piscina Mirabilis, piccolo odeion chiamato "Tomba di Agrippina".

La Campania diventò così uno dei centri culturali più importanti della Magna Grecia la quale influenzerà nel corso dei secoli la società romana e tutta la civiltà occidentale. Si pensi a Cuma che diffuse in Italia la cultura greca e l'alfabeto calcidese, che assimilato e fatto proprio dagli Etruschi e dai Latini, divenne l'alfabeto della lingua e della letteratura di Roma e poi di tutto l'occidente.

Successivamente la regione venne invasa dai Sanniti ( V sec. a.c.) finchè Roma decise che voleva un'altra colonia,. A seguito delle tre guerre sannitiche (343-290 a.c.), fu occupata dai Romani, che vi fondarono parecchie colonie (come quella di Puteoli, l'attuale Pozzuoli).

Durante la II guerra punica, solo poche città si allearono ai cartaginesi, mentre la maggior parte della regione campana restò fedele a Roma. Fece parte della Regio I; ai tempi di Diocleziano acquisì poi l'autonomia. Molti ricchi romani apprezzarono la zona e costruirono lungo la costa le proprie ville estive. Ci fu uno straordinario sviluppo dell'agricoltura e del commercio, una delle zone più ricche del mondo classico e romano e ciò gli valse l'appellativo di Campania Felix.

ERCOLANO


PAGUS AUGUSTUS FELIX SUBURBANUS

BOSCOREALE
Boscoreale 
- abitata dagli antichi romani

Boscotrecase 
- abitata dagli antichi romani,  Scavi archeologici di Boscoreale, Antiquarium

Capri
- abitata dagli antichi romani - Grotta Azzurra, la cosiddetta Scala Fenicia, Villa dei Bagni di Tiberio (chiamato "Palazzo a Mare"), Villa Imperiale di Damecuta, Villa Jovis.

Casola 
- Napoli - Necropoli del III e IV sec.

Cimitile
- Napoli - Romani - Basiliche Paleocristiane


Cumae (la greca Kyme) 
- Cuma -  Magna Grecia - Anfiteatro, Antro della Sibilla, Arco Felice, Capitolium, galleria carrozzabile chiamata "Crypta Romana", Foro, galleria carrozzabile chiamata Grotta di Cocceio, Masseria del Gigante, Mura greche, Necropoli, Strada romana, Tempio con Portico, Tempio di Apollo, Tempio di Giove, Terme ellenistiche chiamate "Tomba della Sibilla", Terme romane del Foro.

Herculaneum
- Ercolano -  Osci  Etruschi  Sanniti Romani - Scavi della città antica, Teatro romano, Villa dei Papiri.

Gragnano
- abitata dagli antichi romani - Acquedotto, Necropoli

Pithecusa
- Isola d'Ischia - abitata dagli antichi romani -- Casa greca di Punta Chiarito, resti sommersi di Cartaromana, Sorgente di Nitrodi.

Lacco Ameno
- abitata dagli antichi romani - scavi sotto la Chiesa di Santa Restituta.

Lago Lucrino e Lago d'Averno
- abitata dagli antichi romani - Galleria sotterranea chiamata "Grotta della Sibilla", galleria carrozzabile chiamata Grotta di Cocceio, cd. Navale di Agrippa, Sala termale chiamata "Tempio di Apollo", Terme romane chiamate "Bagni di Tritoli", Terme romane chiamate "Stufe di Nerone", antico porto militare romano Portus Iulius sommerso nel mare.

Liternum
- Lago Patria - abitata dagli antichi romani - Anfiteatro, Basilica, Capitolium, Foro, Necropoli, Teatro.

Massa Lubrense
- abitata dagli antichi romani - Area archeologica di Punta Campanella (Strada romana e Tempio di Minerva), Necropoli del Deserto, Ville romane.

Misenum
Miseno - abitata dagli antichi romani, Cisterna romana chiamata "Grotta Dragonara",
 Sacello degli Augustali, Teatro romano, grande Sala termale (in proprietà privata), sede della flotta (Classis Misenensis).

Neapolis
- Napoli - Opici Osci Ausoni Magna Grecia Romani
- Chiesa del Carminiello ai Mannesi (Resti di un edificio di epoca romana),
Crypta Neapolitana,
Fontana delle zizze (Sarcofago romano),
Grotta del Cane,
Decumani di Napoli,
Insediamenti agricoli di età romana (Ponticelli),
Isolotto di Megaride,
Monte Echia,
Napoli sotterranea, 
Oasi di Santa Maria di Pietraspaccata, 
Parco archeologico della Mostra d'Oltremare, 
Parco archeologico di Posillipo (comprende la Grotta di Seiano, la villa imperiale di Pausilypon con annesso teatro dell'Odeon, il Parco sommerso di Gaiola ed il palazzo degli Spiriti), 
Ponte romano (via Salvator Rosa),
Ponti Rossi (acquedotto romano del Serino), 
Reperti archeologici nella Stazione Neapolis,
Resti archeologici di Pizzofalcone (Necropoli),
Resti archeologici di Scampia,
Resti del Tempio dei Dioscuri (Colonne sulla facciata di epoca greca), 
Resti dell'Acropoli sulla collina di Caponapoli, 
Resti della Porta Furcillensis, 
Resti di epoca romana in Sant'Aspreno al Porto, 
Resti di una Domus Romana negli scantinati di una Banca, 
Resti nel Chiostro dei SS. Marcellino e Festo, 
Scavi archeologici di San Lorenzo Maggiore, 
Scavi archeologici interni al Maschio Angioino, 
Scavi di Santa Chiara, 
Scavi archeologici del Duomo, 
Scavi di Piazza del Municipio (antico circondario del Maschio Angioino), 
Strada romana all'interno del Palazzo Corigliano (aula "Mura Greche"), 
Teatro romano di Neapolis, 
Tempio della Gaiola, 
Terme romane di Agnano, 
Terme romane di via Terracina, 
Tunnel Borbonico, 
Villa di Licinio Lucullo, 
Tazza di Porfido (proveniente dal Tempio di Era di Paestum), 
Catacombe delle Anime del Purgatorio ad Arco, 
Catacombe di San Gaudioso, 
Catacombe di San Gennaro, 
Catacombe di San Paolo Maggiore,
Catacombe di San Pietro ad Aram, 
Catacombe di San Severo fuori le mura,
Catacombe greche, 
Cimitero delle Fontanelle, 
Cimitero di Santa Maria del Pianto, 
Catacombe di Sant'Eufebio, 
Colombarium di via Pigna, 
Mura greche di Neapolis, 
Parco Vergiliano.

OPLONTIS

Nola
- Nola - Napoli - Ausoni Romani - Anfiteatro, Complesso archeologico di Via Saccaccio, Mausolei romani Le Torricelle, Scavi Chiesa di San Biagio (Terme romane).

Oplontis
- Torre Annunziata - Napoli - Pelasgi, Osci, Magna Grecia, Etruschi, Sanniti, Romani - Scavi archeologici di Oplontis, villa romana di Crassio Terzio, Villa romana di Poppea.

Ad Teglanum
- Palma Campania - Napoli - Osci, Magna Grecia, Etruschi, Sanniti, Romani - Acquedotto Augusteo.

Pompei
- Pompei - Napoli - la città antica, Villa dei Misteri

Puteoli 
- Pozzuoli - Napoli - Magna grecia Sanniti romani - Acquedotto romano, Anfiteatro Flavio di Pozzuoli, Anfiteatro Minore, Area archeologica del Rione Terra, Cisterna romana Cento Camerelle, Cisterna romana Piscina Cardito, Cisterna romana Piscina Lusciano, Macellum (chiamato Tempio di Serapide), Mausolei romani del Fondo Di Fraja, Necropoli romana di San Vito, Necropoli romana di Via Antiniana, Necropoli romana di Via Celle, Ruderi dei Collegia, Stadio romano, Tabernae romane, cd. Tempio di Diana, Terme di Nettuno, Via Celle, Via Consolare Campana, Via Puteolis-Neapolim, Villa romana detta Villa di Cicerone.

Pithekoussai (o Pithecusae)
- Isola d'Ischia - Il ritrovamento di muri a secco, nel 1989 a seguito di uno smottamento, in località Punta Chiarito, nella frazione di Panza, ha dato l'avvio tra il 1993 ed il 1995 ai lavori di scavo che hanno evidenziato una fattoria greca, anticipando lo sbarco dei primi coloni greci di circa venti anni, cioè intorno al 790-780 a.c.

- Lacco Ameno sull'Isola d'Ischia - Napoli - Magna grecia Romani - Necropoli di San Montano.

Quarto Flegreo
- Napoli - Magna grecia Romani - Mausoleo a Cuspide, Resti di Villa romana, Statio ad Quartum, Via Consolare Campana, mausolei funerari.

Stabiae 
- Castellammare di Stabia - Napoli - Sanniti, Etruschi, Magna Grecia - Scavi archeologici di Stabiae (Villa Arianna, Villa San Marco, secondo complesso, Villa del Pastore, Villa Petraro, Villa Carmiano, Villa Sant'Antonio Abate, Necropoli); Musei: Antiquarium stabiano.

Suessula
- pressi di Acerra - Osci, Etruschi, Romani - Resti della città romana, resti del teatro romano.

Surrentum
- Sorrento - Napoli - Osci Romani - Ponte di Porta Parsano, Porta Greca, Villa di Pollio Felice (detta Bagni della Regina Giovanna).

ABELLA
Torre Annunziata
- Napoli - Pelasgi, Osci, Magna Grecia, Etruschi, Sanniti, Romani - Terme romane, Ville romane di Oplontis.

Sora e Calastro
- Torre del greco - Napoli - Romani - Villa Sora

Vivara
- Magna Grecia - insediamento miceneo- isola flegrea tra Procida e Ischia. Sicuramente ancora in epoca romana Vivara era collegata all'isola di Procida da una stretta falesia, oggi scomparsa, sul lato settentrionale del cratere.

Abella
- Avella - Avellino - Osci Etruschi Sanniti Romani - Anfiteatro, Monumenti funerari. Dimostrò fedeltà a Roma durante la guerra sociale (91 -89 a.c.) che fu punita nell'87 a.c. con la distruzione da parte dei sanniti che ancora occupavano Nola.

Abellinum Atripalda 
FRATTE
- Avellino - Sanniti Romani - parco archeologico con il forum su cui si affacciano alcuni templi da cui provengono molti reperti conservati nel Museo Irpino (tra cui un'ara di marmo del I sec. dedicata a Tiberio); terme con calidarium dette Torre degli Orefici; sezione dell'acquedotto romano del Serino;
domus gentilizia di 2500 m² con spazi e ambienti tipici delle case romane come il cubicolo ornato con motivi vegetali su rosso pompeiano, e il peristilio.
Nella città antica erano presenti anche un anfiteatro, di cui è rimasto solo qualche pezzo di struttura, e un lupanare, per il ritrovamento di monete con raffigurazioni erotiche.

Aeclanum
- Mirabella Eclano - Avellino - Sanniti Romani - Casa officina, Mura, Necropoli, Terme

Aequum Tuticum
- Ariano Irpino - Avellino - Romani - Resti dell'abitato

Compsa
- Conza della Campania - Avellino - Romani - Foro

BENEVENTO
Beneventum 
- Benevento - Osci, Sanniti, Romani - Arco di Traiano, Museo del Sannio, Ponte Leproso, Teatro romano, Arco del Sacramento, Tempio di Iside.

Caudium 
- Montesarchio - Benevento - Sanniti, Romani.


Saticula 
- Sant'Agata dei Goti - Benevento - Sanniti, Romani - Necropoli.

Telesia 
- San Salvatore Telesino - Benevento - Sanniti, Romani - Mura, ponte romano, anfiteatro, acquedotto e terme

Allifae 
- Caserta - Osci, Sanniti, Romani - Cinta muraria, Criptoportico, Mausoleo degli Acili Glabrioni, Monumento funerario il Torrione, Necropoli, Teatro

Atella 
- nei comuni di Frattaminore,

Orta di Atella 
- Caserta - Sanniti, Romani - Rovine della città, Tombe.

Sant'Arpino
- Caserta - Sanniti, Romani - Rovine della città, Tombe.

Succivo
- Caserta - Sanniti, Romani - Rovine della città, Tombe.

Kaiatinim poi Caiatia 
- Caiazzo - Caserta - Sanniti, Romani - Cinta muraria

Cales 
- Calvi Risorta - Caserta - Ausoni. Romani - Anfiteatro, Cinta muraria, Santuari, Terme romane.

Capua 
- Santa Maria Capua Vetere - Caserta - Osci, Etruschi, Sanniti, Romani - Museo campano, Anfiteatro Campano, Arco di Adriano, Criptoportico, Mausoleo Carceri Vecchie, Mausoleo La Conocchia, Mitreo, Via Appia.

Calatia 
- Caserta - Osci, Romani - Necropoli del V sec. a.c. nei sotterranei della Reggia.

Casilinum 
- Capua - Caserta - Osci, Etruschi, Sanniti, Romani

Cubulteria (o Combulteria)
- presso Alvignano - Caserta - Sanniti, Romani.

Forum Popilii
- Carinola - Caserta - Romani

Francolise
- Caserta - Romani - Villa romana di San Rocco.

Rufrae
- Presenzano - Caserta - Romani - Cinta muraria

Sant'Angelo in Formis
- Caserta - Romani - Santuario Diana Tifatina

Sinuessa
- Mondragone - Caserta - Romani - Cinta muraria, Via Appia

Suessa
- Sessa Aurunca - Caserta - Aurunci, Romani - Cinta muraria, Criptoportico, Teatro romano

Teanum Sidicinum
- Teano - Caserta - Sidicini, Romani - Cinta muraria, Santuari, Teatro romano; monetazione Teanum Sidicinum.
Trebula Balliensis
- Pontelatone, fraz. Treglia - Caserta - Sanniti caudini, Romani - Cinta muraria

Eburum
- Eboli - Salerno - Etruschi, Romani - Museo archeol. media valle del Sele, Cinta muraria, Necropoli, Quartiere artigianale, Villa romana, fornaci romane di Eboli

Elea-Velia, (la greca Hyele)
- Ascea - Salerno - Magna Grecia, Romani - città antica, cinta Muraria, Porta Rosa, Teatro ellenistico, resti del tempio, terme romane.

FORNACI EBOLI
Castellammare della Bruca
- Salerno - Sull'acropoli di Elea: cappella palatina

Area archeologica etrusco-sannitica di Fratte 
- Salerno (rione Fratte) - Salerno - Sarrasti, Etruschi, Sanniti, Romani - Sito della città antica e necropoli.

Nuceria Alfaterna
Nocera Superiore - Salerno - Etruschi, Sanniti, Romani - Anfiteatro, Battistero paleocristiano di Santa Maria Maggiore (chiamato La Rotonda), Mura di cinta, Teatro romano, Necropoli di San Clemente

Monumenti funerari di Piazza del Corso
- Nocera Inferiore

Nocera Inferiore 
- Salerno - Etruschi, Sanniti, Romani - Monumenti funerari

Minori
BUCCINO
- Salerno - Romani - Villa romana
Moio della Civitella 
- presso Cannalonga - Salerno - Magna Grecia - Avamposto difensivo eleatico: abitato, muro di cinta
Monte Pruno
- presso Roscigno - Salerno - Necropoli

Paestum
- la greca Poseidonia - Salerno - Magna Grecia, Romani - Museo archeologico nazionale di Paestum, Scavi della città antica, necropoli, necropoli del Gaudo, santuario dell'Heraion alla foce del Sele, santuario extraurbano di Afrodite-Venere in loc. Santa Venera

Molpa
- Palinuro - Salerno - Magna Grecia, Romani - Resti dell'antica città di Molpa.

Parco archeologico urbano antica Picentia
- Pontecagnano Faiano - Salerno - Etruschi, Romani - Museo archeologico naz. Pontecagnano, Necropoli

Orbitania (la romana Patrizia)
- Roccagloriosa - Salerno - Lucani, Romani - Cinta muraria e tombe

Consilinum
- Sala Consilina - Salerno - Romani - Necropoli

Salernum
- Salerno - Romani - Impianto termale romano sotto la Chiesa di San Pietro a Corte e resti del cd. tempio di Pomona (presso palazzo arcivescovile).

Sarnus
- Sarno - Salerno - Etruschi, Romani - Necropoli e teatro.

Volcei
- Buccino - Salerno - Etruschi, Romani - Museo archeologico nazionale di Volcei, Mura, tempio e ville.



0 comment:

Posta un commento

 

Copyright 2009 All Rights Reserved RomanoImpero